SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - BANDO 2016 - PROROGA SCADENZA ALL'8 LUGLIO 2016 ORE 14.00

Pubblicata il 05/07/2016
Dal 05/07/2016 al 08/07/2016

Il Servizio Civile Nazionale, istituito con la legge 6 marzo 2001 n° 64, – che dal 1° gennaio 2005 si svolge su base esclusivamente volontaria – è un modo di difendere la patria, il cui “dovere” è sancito dall’articolo 52 della Costituzione; una difesa che non deve essere riferita al territorio dello Stato e alla tutela dei suoi confini esterni, quanto alla condivisione di valori comuni e fondanti l’ordinamento democratico.
E’ un’opportunità messa a disposizione dei giovani dai 18 ai 28 anni di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore di coesione sociale. Il servizio civile volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di aggiungere un’esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica.
Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha pubblicato il 30 maggio 2016 i Bandi 2016 per la selezione di n. 544 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale nella Regione Sardegna.

Il Comune di Paulilatino selezionerà n. 4 volontari da impiegare nel seguente progetto approvato dalla Regione Sardegna:
  1. progetto “Archivio e tradizioni: ponte tra generazioni’ - Settore Educazione e promozione culturale – n. 4 volontari;
Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:
 
-cittadini italiani;
-cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;
-cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;
-non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o
di criminalità organizzata.
 
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.
 
Non possono presentare domanda i giovani che:
 
a) abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che lo stiano prestando ai sensi della legge n. 64 del 2001, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani e per l’attuazione del progetto sperimentale europeo IVO4ALL;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione
retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente
di durata superiore a tre mesi.
 
Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

I criteri di selezione sono quelli di cui al Decreto Presidenza Consiglio dei Ministri n. 173/2009.

Eventuali requisiti richiesti ai candidati per la partecipazione ai progetti del Comune di Paulilatino sono:

1) Diploma



La domanda di partecipazione, dovrà essere indirizzata al Comune di Paulilatino, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 30 giugno 2016.
 
Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.
La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:
- redatta secondo il modello riportato nel presente Allegato 2, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;
- accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;
- corredata dalla scheda di cui al presente Allegato 3, contenente i dati relativi ai titoli.
 
Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:
 
1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) - art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 - di cui è titolare l’interessato, al seguente indirizzo: protocollo@pec.comune.paulilatino.or.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
 
2) a mezzo “raccomandata A/R” al seguente indirizzo: Comune di Paulilatino – Viale della Libertà 33 – 09070 Paulilatino (OR);
 
3) consegnate a mano all’Ufficio Protocollo dell’Ente.
 
È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando e tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle Province autonome contestualmente pubblicati. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni. La mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere non è motivo di esclusione. È cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede, ove necessario.
La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione dalla selezione, analogamente al mancato invio della fotocopia del documento di identità; è invece sanabile la presentazione di una fotocopia di un documento di identità scaduto.

La selezione dei candidati verrà effettuata, ai sensi dell’art. 8 del decreto legislativo n. 77 del 2002, dall’ente che realizza il progetto prescelto. L’ente cui è rivolta la domanda verifica in capo a ciascun candidato la sussistenza dei requisiti previsti dall’art. 3 del bando e provvede ad escludere i richiedenti che non siano in possesso anche di uno solo di tali requisiti.
L’ente valuta i titoli presentati e compila per ogni candidato, a seguito del colloquio, la scheda di valutazione, secondo il modello in “Allegato 4”, attribuendo il relativo punteggio.


La durata del servizio è di dodici mesi. 
 
Ai volontari in servizio civile spetta un assegno mensile di 433,80 euro.


Di seguito l’Allegato 6  – Schema di sintesi del progetto “Archivio e tradizioni: ponte tra generazioni’.
 
Per ulteriori informazioni, rivolgersi al Responsabile del Servizio Civile del Comune di Paulilatino Dott.ssa Maria Caterina Pes (tel. 0785 55623).
 

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto